Tips 4 Trips

COME ANDARE IN CROAZIA SENZA PAGARE LA VIGNETTA SLOVENA

on
01/09/2018

La Croazia è uno dei posti che amiamo di più: spiagge selvagge, natura incontaminata e ospitalità. Un’ottima meta per gli amanti dei viaggi on the road, con strade nuove e ben collegate che la rendono una delle località europee più gettonate per chi ama questa tipologia di viaggio.  Dall’Italia è facilmente raggiungibile, ma uno dei  dilemmi che ci si trova davanti nella pianificazione del viaggio riguarda la famigerata vignetta slovena. Questo articolo chiarirà una volta per tutte se è possibile raggiungere la Croazia senza vignetta 🙂

Arrivando dall’Italia infatti, una volta superata Trieste, si attraversa per un breve tratto il territorio sloveno prima di giungere in Croazia. Un tratto di neanche 30 km, che però è giustamente soggetto alle leggi slovene.

E’ possibile andare in Croazia senza vignetta?

La risposta è , si può arrivare in Croazia senza la vignetta slovena e tra poco vedremo come, ma prima facciamo un po’ di chiarezza.

Cos’è la vignetta e a cosa serve?

La vignetta slovena, acquistabile in qualsiasi stazione di servizio prima e dopo il confine, è obbligatoria per chiunque viaggi sulla rete autostradale slovena e corrisponde semplicemente al pedaggio, con la differenza rispetto all’Italia che si paga settimanalmente, mensilmente o annualmente.

Quanto costa?

Per le auto il costo è di € 15,00 per una settimana: la vignetta va incollata con cura all’interno del parabrezza anteriore, prima o al momento stesso dell’ingresso in Slovenia, Questo ti eviterà multe piuttosto salate, da €300,00 a €800,00. Il costo varia a seconda del mezzo: ad esempio per i motoveicoli il costo settimanale è di €7,50. Il prezzario completo è consultabile comodamente sul sito dell’ACI.

Come evitarla!

Se in Slovenia siamo solo di passaggio e la nostra meta è la Croazia, non occorre assolutamente pagare la vignetta: €15,00 per 30 km sarebbero davvero uno spreco. Tranquillo, questo è un modo del tutto legale per evitare di pagarla inutilmente! La vignetta infatti è necessaria solamente se si percorrono le autostrade, mentre per le strade statali non occorre. Intuitivo vero? Per noi la prima volta non lo è stato affatto e anche trovare informazioni in merito è stata un’impresa.

Pochi semplici passi

Una volta superata Trieste, si prosegue sulla E61 che collega Trieste a Fiume/Rijeka. Passando per Basovizza si attraversa il confine italo-sloveno a Pesek e si continua su questa strada statale che sì rallenta un po’ la nostra marcia, ma ci fa anche scoprire un angolo rurale di Slovenia.

Lungo sterminate pianure puntellate di piccoli paesini si arriva al confine sloveno-croato di Starod. Ricordati di portare la carta d’identità valida per l’espatrio o il passaporto 😉

Ed eccoci arrivati in Croazia senza vignetta! Abbiamo risparmiato soldi per qualche Karlovacko, la buona ed economica birra locale 😉 Da Rijeka si imbocca poi l’autostrada croata con pagamento del pedaggio ai caselli e si prosegue il viaggio nella meravigliosa Croazia.

NOTE: questo percorso è valido per chi si reca a Rijeka o in Dalmazia, non è invece conveniente per chi si deve recare in Istria.

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

error: Content is protected !!