Itinerari trekking Montagna

LA TRAVERSATA DA CIMA PAGANELLA AL BAIT DEL GERMANO

on
16/07/2019

Un percorso poco conosciuto, e per questo ancora più bello, che si snoda lungo la dorsale che collega Cima Paganella a Cima Canfedin e porta fino al Bait del Germano

vista del lago di garda dal bait del germano

La Paganella più selvaggia

Il sentiero che porta al Bait del Germano è molto semplice e adatto a tutti, con dislivello praticamente nullo, ma molto molto panoramico. Da lassù si ha una vista privilegiata sulle Dolomiti di Brenta, sulla Valle dell’Adige e sul Lago di Garda e, nelle giornate più serene, addirittura fino all’Appennino.

vista del bait del germano e lago di garda

Come arrivare

Il percorso prevede l’utilizzo degli impianti di risalita fino a Cima Paganella (€18,00 A/R) che partono o dal paese di Andalo (aperti da giugno a settembre) o da Fai della Paganella (aperti fino alla Cima solo in luglio e agosto).

Puoi parcheggiare a Fai in loc. Passo Santel (gratuito) o ad Andalo alla telecabina Paganella 2001 (gratuito per chi acquista il biglietto della risalita).


Il percorso per il Bait del Germano

Difficoltà: medio
Durata: 4h A/R
Dislivello: 300 m
Segnavia: all’andata sentiero ex 602, al ritorno strada forestale Bait del Germano-Doss Pelà
Attrezzatura: scarponcini da montagna, borraccia (non ci sono punti d’acqua lungo il percorso)

vista da cima paganella sul lago di garda

Sia che tu decida di prendere gli impianti da Andalo o da Fai della Paganella, raggiungerai lo stesso punto: Cima Paganella (2.125 m). La vista che si gode dalla Cima è già qualcosa di magnifico: le Dolomiti di Brenta da un lato, tutto il Trentino orientale dall’altro, con il Lago di Garda che sembra vicinissimo.

Da non perdere assolutamente la colazione al rifugio La Roda, proprio a fianco alla stazione della seggiovia. Prodotti sani e genuini cucinati in rifugio, una vera goduria per il palato!

vista sulla valle dei laghi da cima paganella

Rifocillato per bene, sarai pronto per incamminarti lungo il sentiero ex 602. Questo ti porterà prima verso la zona delle antenne per poi scendere gradualmente in mezzo ai pini mughi sul versante esposto verso sud, da cui si apre la vista sulle sottostanti Valle dell’Adige e Valle dei Laghi. Una vista in cui perdersi!

sentiero verso il bait del germano con vista sulle dolomiti

Il sentiero procede in leggera discesa fino al Passo Sant’Antonio (1.896 m). Superato questo punto il sentiero comincia a salire, ma non per molto. Dopo circa 1 ora di cammino si arriva alla Cima Canfedin (2.038 m), un altro punto panoramico spettacolare. 

coppia con vista sulle dolomiti

Da lì si seguono poi le indicazioni per il Bait del Germano, dapprima su strada sterrata e poi su un piccolo ma panoramico sentiero che scende nella Busa del Cancanù che sovrasta il rifugio. 

vista sul bait del germano e sul lago di garda

Al Bait del Germano ti aspetta un pranzo coi fiocchi: piatti tipici preparati con cura usando prodotti locali e genuini, non c’è che l’imbarazzo della scelta! E dopo pranzo concediti un po’ di meritato relax (con vista sulle Dolomiti di Brenta) sulle sdraio del rifugio.

Rifocillato e riposato è ora di rimettersi in cammino, questa volta lungo la forestale che dal Bait del Germano porta fino al Doss Pelà, la stazione a monte della telecabina che riporta ad Andalo. In circa 1,30 h di piacevoli saliscendi sarai di nuovo alla telecabina.

NB: Per i più pigri è disponibile un comodissimo servizio transfer che porta dal Doss Pelà al Bait del Germano, gestito direttamente dal rifugio.

TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

error: Content is protected !!