Itinerari trekking Montagna

ESCURSIONE AL RIFUGIO TORRE DI PISA, UN MONUMENTO NATURALE

on
20/08/2019

La Torre di Pisa è un capolavoro architettonico mondiale, ma non tutti sanno che nel Latemar esiste una cima che ne ricorda la forma e per questo porta lo stesso nome. Vicino a questo monumento naturale sorge il rifugio Torre di Pisa, a quota 2.671 m sulla Cima Cavignon.

torre di pisa nel latemar

Come arrivare

L’itinerario che porta al rifugio Torre di Pisa parte da Passo Feudo, che può essere raggiunto in due modi:

  • da Predazzo (funivia Predazzo-Gardonè + seggiovia Gardonè-Passo Feudo, costo a/r € 18,00)
  • da Pampeago (seggiovia Latemar, costo a/r € 8,00). Dall’arrivo della seggiovia si raggiunge Passo Feudo in circa 20 minuti lungo un comodo sentiero.

Gli impianti sono aperti da giugno a settembre, puoi consultare qui orari e costi.

NB: per raggiungere il rifugio Torre di Pisa c’è anche un percorso che parte da Obereggen (seggiovia Oberholz, quindi sentieri nr. 22 e nr. 516).

vista dal sentiero per rifugio torre di pisa

Il sentiero per il rifugio Torre di Pisa

Difficoltà: medio
Durata: 1,30 h andata da Passo Feudo (2 h dall’arrivo della seggiovia da Pampeago)
Dislivello: 500 m da Passo Feudo (700m dall’arrivo della seggiovia da Pampeago)
Segnavia: sentiero 516

Abbiamo deciso di partire da Pampeago. Sveglia presto e via con la seggiovia Latemar che ci porta a quota 2.000 m. Da qui si seguono poi le indicazioni per Passo Feudo, che si raggiunge facilmente in circa 20 min di cammino. Lungo il percorso abbiamo incontrato anche un nuovo amico 🙂

Da Passo Feudo, dove arrivano anche gli impianti di risalita che partono da Predazzo, parte il sentiero vero e proprio per raggiungere il Rifugio Torre di Pisa con segnavia nr. 516.

vista dal sentiero per il rifugio torre di pisa

Il sentiero parte da subito in salita e fa guadagnare velocemente quota. La vista è fin da subito meravigliosa: infiniti pascoli fioriti e, lì che ci osserva in lontananza, si vede già la nostra meta, il rifugio Torre di Pisa.

vista sulla val di fiemme dal sentiero per torre di pisa

Raggiunto un bivio continuiamo lungo il sentiero 516 che sale ora ancora più ripido su fondo ghiaioso, attenzione a non scivolare! Si sale velocemente e la vista si apre sempre più, fino a raggiungere un pianoro erboso, l’ideale per una piccola sosta prima della scalata finale.

sentiero per il rifugio torre di pisa
sentiero per il rifugio torre di pisa

Da qui in poi il sentiero sale con vari tornanti facendoci avvicinare sempre più al rifugio. Si può vedere benissimo anche il paese di Predazzo dall’alto!

L’ultimo tratto prima di arrivare al rifugio Torre di Pisa è il più impegnativo, tutto su roccette: scalini, sassi da superare e la sempre costante ghiaia rallentano un po’ il cammino, ma la meta è troppo vicina per fermarsi!

rifugio torre di pisa

Quando meno te lo aspetti ecco che il rifugio compare davanti a te: dai suoi 2.671 m di quota domina dall’alto tutta la Val di Fiemme e la Val d’Ega. Ma non solo, da qui puoi ammirare tutte le principali cime trentine: la Marmolada, le Pale di S. Martino, il Lagorai.

rifugio torre di pisa

Il rientro si svolge lungo lo stesso percorso dell’andata, ma è possibile anche compiere un giro ad anello passando per Oberholz sopra al Lago di Carezza, che ti racconteremo in un altro itinerario 😉


Perchè Rifugio “Torre di Pisa”?

A pochissimi passi dal rifugio, continuando sul sentiero 516, sorge la Torre di Pisa, da cui deriva il nome del rifugio: no, non si tratta del famoso monumento pisano, ma di una formazione naturale che lo ricorda tantissimo! Stesse dimensioni, stessa inclinazione, contesto differente.

Cosa c’è di meglio di trovare un capolavoro architettonico naturale nel cuore delle Dolomiti? 😉

torre di pisa nel latemar
TAGS
RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT

error: Content is protected !!